Sciapò

L’eleganza ai tempi della crisi

Fa freddo, ormai fa freddo! E, anche se non è “quel” freddo che ci ricordiamo di quando eravamo bambini (chissà come mai…), obbiettivamente, se c’è un periodo in cui è il caso di tirar fuori dall’armadio un piumino d’oca, è proprio questo.

Questa è la stagione  migliore per pensare ai piumini, perché c’è una grande offerta, il tempo sinora è stato mite (quindi le vendite inchiodate!) per cui i ribassi sono notevoli.

Qualche dritta può essere importante: a livello generale, guardate bene le etichette interne, controllate la composizione dell’imbottitura, evitando materiali non traspiranti: i piumini belli costano un po’, ma non è un capo su cui lesinare troppo.

Astenetevi da acquisti on line “sospetti”…C’è un mercato di falsi insospettabili: se il pacchetto arriva da Shangai, forse vi hanno dato “la sola”!

Alla stessa maniera astenersi dai simpatici venditori senegalesi: bravi ragazzi, ma il loro prodotto non scalda e fa sudare in maniera imbarazzante.

Consideriamo poi il genere di piumino che vi serve: per un uso outdoor “estremo”, ma pur sempre urbano (ad esempio un posticipo serale al Meazza), al di là dei capi tecnici, consiglio The north Face, un marchio che abbina tecnica e stile, reperibile con buoni sconti anche presso i suoi negozi monomarca, con un rapporto qualità prezzo davvero clamoroso.

woolrichSe volete spendere di più c’è il sempiterno Woolrich, blizzard o artic parka, un monumento di giaccone unisex, che ha il solo difetto di costare circa 700 euro.

Se invece vi interessa lo status symbol, abbinato sicuramente alla qualità ma anche ai prezzi alti, Moncler è insostituibile: in questi momenti se vi mettete a girare per negozi di alto profilo e non avete preclusioni sul modello, ma cercate il brand, potete trovarne una discreta offerta anche al 50% di sconto, come da Lucchi a Milano.

Stesso discorso vale per Herno, maison famosa per la leggerezza e la raffinatezza delle sue giacche, caratterizzate da un forte contenuto fashion, quindi soggette a sconti selvaggi nei saldi.

Un ottimo rapporto qualità prezzo è anche una caratteristica di ADD, che fa della geometria e della semplicità i suoi cavalli di battaglia: le signore milanesi si contendono le sue giacche con le omologhe moscovite al mercato di Forte dei Marmi: questo si chiama giocare d’anticipo!

piumino-d'oca-autunno-invernoA me piace molto Aspesi, brand quasi no-logo, che fa del classico e della sobrietà la sua cifra stilistica: se è vero che gli sconti, anche negli outlet tipo Fidenza, non sono mai altissimi, sei sicuro di comprare un  capo che ha una storia e una cultura alle spalle e che non smetterà di piacerti.

Per i più giovani (o presunti tali) c’è Colmar, ormai una divisa insieme a K-way, con prezzi decisamente competitivi, qualità accettabile e look di ultima generazione.

Di Fay non amo parlare perché, a mio avviso, si tratta, soprattutto nei piumini, di un prodotto ampiamente sovrapprezzo, che ha nello status symbol il suo plusvalore, cosa che mi lascia, coi tempi che corrono, abbastanza scettico.

Quindi se siete freddolosi o calorosi, frequentatori della giungla urbana piuttosto che di Courma o Saint Moritz, non lasciatevi scappare l’occasione e, per solidarietà con le povere oche, astenetevi almeno dal fois gras!

Share.

About Author

Nato nel 61 in una décolleté, cresciuto spettinato in mezzo alle scarpe. Consulente e Product Manager, aspirante giardiniere.

Leave A Reply