I giudici selezionati per il 69th Festival di Cannes

I giudici selezionati per il 69th festival di cannes

I giudici selezionati per il 69th  Festival di Cannes sarà presieduta dal regista australiano, sceneggiatore e produttore, George Miller. Cannes ha sempre cercato di adottare un approccio universale e internazionale, e in sintonia con questa tradizione. George Miller sarà circondato da otto luminari del cinema mondiale, dall’Iran, Danimarca, Stati Uniti, Italia, Francia, Canada e Ungheria. La Giuria sarà pertanto composta anche da quattro donne e quattro uomini insieme a George Miller. Il loro compito sarà quello di decidere tra i 21 film in concorso, al fine di selezionare i vincitori  che saranno annunciati sul palco alla cerimonia di chiusura di Domenica 22 maggio. Il film assegnato dalla Palma d’oro sarà proiettato questa sera stessa, alla presenza della Giuria e tutta la squadra del film vincitore.

I giudici selezionati per il 69th Festival di Cannes

George MILLER – President
(Director, Writer, Producer – Australia)

Arnaud DESPLECHIN (Director, Writer – France)

Kirsten DUNST (Actress– United States)

Valeria GOLINO (Actress, Director, Writer, Producer – Italia)

Mads MIKKELSEN (Actor – Denmark)

László NEMES (Director, Writer – Hungaria)

Vanessa PARADIS (Actress, Singer – France)

Katayoon SHAHABI (Producer – Iran)

Donald SUTHERLAND (Actor – Canada)

Arnaud Desplechin , Regista, Sceneggiatore ( Francia)
Arnaud Desplechin è diventato un concorrente ufficiale a Cannes con The Sentinel, il suo primo lungometraggio. Ha poi fatto Comment je me suis disputé … , che ha introdotto una nuova generazione di attori. Gli artisti nei suoi film sono stati regolarmente assegnati i premi più prestigiosi, in particolare il 61 ° Festival di Cannes del Premio per Catherine Deneuve in un racconto di Natale. Nel 2016, ha vinto il César come miglior regista per il suo film My Golden Days. Recentemente ha diretto il suo primo spettacolo teatrale, Il padre di August Strindberg alla Comédie – Française, con grande successo.

Kirsten Dunst , attrice ( Stati Uniti)
Kirsten Dunst ha interpretato  all’età di 11 in Intervista col vampiro di Neil Jordan che le ha fatto guadagnare una nomination ai Golden Globe. Ha giocato nel film indipendente di Sofia Coppola, Virgin Suicides, nella serie di film di Spider- Man di Sam Raimi, Eternal Sunshine of Spotless Mind di Michel Gondry, Maria Antonietta di Sofia Coppola, On the Road di Walter Salles, Midnight Special da Jeff Nichols, e ha vinto il premio come miglior attrice al Festival di Cannes 2011 per la sua interpretazione in Melancholia di Lars von Trier. Ha ricevuto una nomination ai Golden Globe per il suo ruolo nella miniserie FX Fargo. Può la vedremo in Kate & Woodshock di Laura Mulleavy.

Valeria Golino, attrice, regista, produttore, scrittore ( Italia)
All’inizio della sua carriera, a Valeria Golino  le è stato assegnato il premio di migliore attrice per il suo ruolo nel film di Francesco Maselli Una storia di amore al Festival di Venezia e la sua carriera è diventata internazionale. La sua partecipazione  a  Rain Man di Barry Levinson ( 1988), Respiro di Emanuele Crialese ( 2002) , di Valeria Bruni Tedeschi Actrices (2007 ) e il capitale umano di Paolo Virzì ( 2013). Nel 2013, ha diretto il suo primo film, Miele, proiettato al Festival di Cannes nella selezione Un Certain Regard, e ha ricevuto il Premio della Giuria Ecumenica. Recentemente è apparsa in di Giuseppe M. Gaudino Per Amor Vostro, dove ha ricevuto e  vinto il premio come miglior attrice al Festival di Venezia. Attualmente sta lavorando a dirigere il suo prossimo lungometraggio.

Mads Mikkelsen , attore ( Danimarca)
Mads Mikkelsen è aumentata la sua  fama come attore nel film di Nicolas Winding trilogia Pusher Refn. Diventato  noto a livello internazionale per il suo ruolo come l’antagonista principale di Le Chiffre nel film di James Bond, Casino Royale ( 2006). Altri crediti includono Susanne Bier Dopo il matrimonio ( 2006), di Nikolaj Arcel Royal Affair e il suo Festival di Cannes come miglior attore nel ruolo premiato in The Hunt di Thomas Vinterberg ( 2012), di Arnaud Des Pallières Michael Kohlhaas in anteprima a Cannes in concorso ( 2013). Apparirà nel 2016 il film di Marvel, Dottor Strange, e il 2016 Star Wars film di Disney, Rogue One: A Star Wars Story .

László Nemes , regista, scrittore ( Ungheria)
László Nemes è nato a Budapest, si è dimostrato sin in tenera età a girare film. Dopo aver studiato storia, relazioni internazionali e sceneggiatura, ha lavorato come assistente di Béla Tarr durante le riprese di The Man from London. Il suo lungometraggio d’esordio 2015, figlio di Saul, è stato proiettato in concorso al Festival di Cannes 2015, dove ha vinto il Gran Premi Lui è il primo regista ungherese il cui film ha vinto un Golden Globe per il miglior film in lingua straniera. Il suo film, figlio di Saul, è il secondo film ungherese a vincere l’Oscar per il miglior film straniero.

Vanessa Paradis, attrice, cantante ( Francia)
Attrice e cantante di grande fama, Vanessa Paradis ha due carriere a livello internazionale, che si tratti di registrazione album musicali, l’esecuzione di concerti o di girare film. Ha giocato in particolare nel ragazza sul ponte di Patrice Leconte ( 1999 , Heartbreaker di Pascal Chaumeil ( 2010), Café de Flore di Jean – Marc Vallée, Gigolò per caso da John Turturro. Nella musica, ha in particolare collabora con Serge Gainsbourg e Matthieu Chedid. Il suo album più recente, ” Love Songs “, il suo ha vinto un premio 2014 Victoire de la Musique.

Katayoon Shahabi , produttore ( Iran)
Ha lavorato come promotore film Farabi Cinema Foundation ( FCF ), prima di stabilire nel 1994 la sua compagnia, Sheherazad Media International ( SMI ), la più importante società privata attiva nella distribuzione a livello mondiale di lungometraggi, documentari e di co -produzione con aziende estere. SMI ha introdotto film di registi acclamati al mondo. Nel 2012, ha lanciato la sua compagnia, Immagini Noori troppo, con la quale sono stati assegnati Tales di Rakhshan Banietemad e Mercoledì 9 maggio a Venezia nel 2014 e Nahid da Ida Panahandeh nella sezione Un Certain Regard 2015.

Donald Sutherland, attore ( Canada )
Lui è uno degli attori più rispettati, prolifici e versatili, con oltre centocinquanta film, tra cui classici come Robert Aldrich Quella sporca dozzina, di Robert Altman M * A * S * H , ( Palma d’oro 1970) Robert di Redford Ordinary People, del 1900 di Bernardo Bertolucci, di Alan J. Pakula Klute, Casanova di Fellini di Federico Fellini, JFK di Oliver Stone e Orgoglio e pregiudizio di Joe Wright. Sutherland è stato ‘ il presidente Snow ‘ nella popolarissima serie di film The Hunger Games. film di prossima uscita comprendono segreto e misura di un uomo di Milton.

di Maurizio Noto 

Share.

About Author

Il nostro team è composto da professionisti del mondo della comunicazione e dell'informazione che lavorano insieme ogni giorno per trovare notizie, approfondimenti e novità sempre aggiornate e interessanti.

Leave A Reply