Scott Weiland, ex cantante degli Stone Temple Pilots e Velvet Revolver è stato trovato senza vita sul bus, verso le ore 21.00 di ieri sera.

Scott Weiland è morto. Inizialmente si pensava fosse una notizia falsa e invece è arrivata la conferma dallo stesso profilo Facebook del cantante, deceduto a soli 48 anni.

Una morte che sconvolge il mondo.

Ancora non si conoscono le cause della morte ma certo è, che la notizia ha sconvolto il mondo intero. Sui sociale e in particolare Twitter, è nato l’hashtag #RIPScottWeiland, in memoria dell’artista. Il musicista si trovava in Minnesota per un concerto che si sarebbe dovuto tenere ieri sera, insieme al suo gruppo Scott Weiland& i Wildabouts.

Chi è Scott Weiland?

Stiamo parlando di uno dei massimi rappresentati del Grunge ed ex cantante degli Stone Temple pilots. Scott non stava affrontando la sua stagione più felice dopo aver abbandonato il gruppo di fama internazionale. Come stato da lui stesso dichiarato, il tour appena iniziato con il  gruppo “I Wildabouts” era:

“soltanto perché è l’unico modo di guadagnare qualcosa, ora che non si vendono più i dischi”

In questo secondo complesso Weiland si stava accontentando anche di ruoli inferiori, nulla a che vedere con il successo e la fama del suo primo periodo musicale.

Scott Weiland

Gli Stone Temples pilots, sin dai loro esordi con l’album “Purple” che li consacrò al pari dei Pearl Jam, Nirvana o anche Alice in Chains, ebbero problemi con la droga e in particolare lo stesso Weiland che ha cercato di combattere per tutta la vita dalla dipendenza da eroina.

Ormai il pubblico è abituato a queste morti improvvise dei migliori artisti del panorama musicale e dopo quella shock di Amy Winehouse, si piange anche Scott Weiland.

 

Share.

About Author

Leave A Reply