Oscar 1999. Il cinema italiano ha esultato per la vittoria de “La vita è bella” di Benigni come miglior film. Oggi però, Nick Nolte rivela in una intervista al “The Wrap” il fastidio di alcuni per il collega italiano.

Oscar 1999. Il celebre attore Nick Nolte ha deciso di svelare, alla rivista “The Wrap”, i retroscena del riconosciuto Oscar del 1999. Anno di celebrazione per il cinema italiano di qualità con la vittoria de “La vita è bella” di Roberto Benigni che si è aggiudicato la vittoria per il miglior film. In realtà, da quanto affermato da Nolte, pochi stimavano il lavoro del collega italiano, tanto da essere definito “una piccola scoreggia”.

Oscar 1999, che la guerra abbia inizio!

Oscar 1999

Il fastidio emerse alla nomination del miglior attore. McKellen  era non solo candidato  come Miglior Attore per “Demoni e Dei” ma anche il favorito.  Benigni aveva già vinto agli Screen Actors Guild Awards nei giorni precedenti, e quella stessa sera aveva già dato spettacolo ritirando l’Oscar per il Miglior Film Straniero. Oltre a Benigni e a McKellen, fra i candidati della categoria vi erano anche Nick Nolte per Affliction ed Edward Norton per American History X.

Oggi al The wrap, Nick Nolte racconta:

«Prima della cerimonia, Ian venne da me dicendomi “Nick, non mi importa se a vincere sarai tu o il ragazzo con la testa rasata e la svastica [Norton], ma se lo farà quella piccola scoreggia italiana mi verrà davvero un colpo!”»

Così la vittoria di Benigni fu un duro colpo per l’attore de “Il signore degli anelli” e “XMen”. All’annuncio della vincita Benignini si sarebbe avvicinato allo stesso Nolte esprimendo il rammarico per la sua perdita; ma come lo stesso Nolte aggiunge:

«Non so in realtà quanto fosse dispiaciuto!».

Oscar 1999. Nonostane tutto “Italians do it better!”

Nonostante i dissapori e le forti rivalità che imperavano nella categoria cinematografia fra attori e registi, ma come del resto è giusto che sia, il discorso di Benigni che ha seguito il ritiro dell’Oscar, con un inglese ostentato e buffo, ha fatto ridere la platea intera.

Oscar 1999

E come conclude Nolte:

«È stata la cosa più divertente e assurda che abbia mai visto a una Cerimonia di Premiazione».

 

Forse può anche interessarti la lettura dell’ultima interpretazione di Ian McKellen:

 

Share.

About Author

Leave A Reply