Parte in quinta Mad Max: Fury Road, appena uscito nelle sale cinematografiche italiane (in data 14 maggio 2015) e subito in cima al box office per incassi. La critica raccoglie già molti consensi, ma vediamolo in maniera approfondita.

A 30 anni esatti dall’uscita del terzo capitolo della saga,  esce il nuovo Mad Max: Fury Road, film di George Miller. Un film a 5 stelle per la critica estera, con 99% di recensioni positive su Rottentomatoes. Gli incassi del 14 maggio 2015 in Italia sono di circa 122mila euro e si conta che per il weekend dovrebbe raggiungere i 40milioni di dollari nel mondo ma negli Stati Uniti si contenderà gli spettatori con il film Pitch Perfect 2, anch’esso attesissimo.

collage mad maxLA TRAMA: Mad Max: Fury Road

Un perfetto mix tra ieri e oggi. Mad Max: Fury Road rimane ambientato nello stesso mondo, dove nuovi personaggi e protagonisti seguono il timbro Mad Max di 30 anni fa ma allo stesso tempo rimodernano la storia adattandola al cinema d’oggi. Il film è ambientato in un futuro apocalittico nel quale vive Max (Tom Hardy), all’interno di una società in degrado dove il potere è in mano ad un dittatore, Joe. Quando Max viene catturato e torturato, decide di darsi alla fuga attraverso un deserto vastissimo insieme a Furiosa (Charlize Theron), una donna guerriera che sta scappando con le 5 mogli di Joe (le uniche rimaste abbastanza fertili che permetterebbero al dittatore di dare vita ad una nuova generazione). Ma la loro impresa è contrastata da Joe e i suoi sanguinari che faranno di tutto per fermare i nostri eroi.

mad max fury road collageLe riprese: dove e quando

Le riprese sono iniziate a giugno 2012 e finite a settembre 2012 a causa di uno sforamento di budget ma poi il progetto si è rimesso in carreggiata. La location è principalmente la Namibia nel deserto Namib ma alcune riprese sono state girate in Australia e in Sud Africa. Non sono mancate alcune problematiche, infatti nel 2013 la Namibian Coast Conservation and Management ha accusato la produzione di aver danneggiato la flora e la fauna del deserto Namib ma a quanto pare non ha influito sulla produzione, distribuzione ne tantomeno sugli incassi.

Insomma Mad Max: Fury Road sta godendo di un’ottima partenza. E’ quasi obbligatorio per gli amanti della saga andare a vederlo e valutare se sia degno dei Mad Max di 30 anni fa.

Share.

About Author

Studente laureando all'Università di Lingue e Comunicazione. Ho studiato negli ultimi due anni alla Dublin Business School e alla HLK Jönköping. Ogni occasione è buona per conoscere nuovi posti, preferibilmente esotici. Appassionato di barriere coralline e rock 'n' roll, non che le due cose siano tra loro collegate.

Leave A Reply