Hunger Games non è finito. La Lionsgate vuole assolutamente i prequel e i sequel della fortunata saga. Il Franchise potrebbe essere più lungo del previsto.

Hunger Games non è finito. Questo secondo la Lionsgate, che ha espressamente dichiarato di voler vedere realizzato un seguito della saga, ma anche un prequel che possa mettere in risalto maggiori dettagli della guerra di Panem e di come gli Hunger Games siano effettivamente nati.

Hunger Games non è finito

Hunger Games non è finito! Cosa aspettarci dopo Il Canto della Rivolta

La saga di Hunger Games si è conclusa con l’uscita al cinema della seconda parte di Hunger Games- Il canto della Rivolta, che ha incassato oltre 524 milioni di dollari in tutto il mondo. Un successo clamoroso che la Lionsgate vorrebbe rendere più duraturo. Ed è proprio per questo che sono mesi ormai che si è in cerca di nuove idee per stilare una storia avvincente da narrare in un sequel della saga o ancora meglio anche in un prequel. Per far ciò probabilmente si farà affidamento alla mente di Suzanne Collins, la scrittrice della trilogia di Hunger Games, che potrà sicuramente essere utile ai produttori nella realizzazione del film.

Hunger Games non è finito

Naturalmente anche la parola del pubblico è importante. Il Vicepresidente della Lionsgate, Michael Burns, ha dichiarato apertamente che il franchise “vivrà ancora molto a lungo”. Ma ciò che non sfugge ne alla Lionsgate ne ai fan è il fatto che i primi due film contenevano combattimenti nell’arena, mentre gli ultimi due ne erano privi e questo forse è un punto a sfavore della saga che dovrebbe essere incentrata proprio sui giochi nelle pericolose arene. Ma il vicepresidente afferma anche che “Se tornassimo indietro, senza dubbio aggiungeremmo l’arena”. Un ritorno alle origini dunque, che potrebbe essere un buon modo per conoscere più a fondo le vicende che interessano i 13 distretti di Panem. Ma per sapere altro riguardo al seguito o al prologo, non ci resta che attendere.

Leggi anche: Hunger Games – il canto della rivolta II. Recensione.

Hunger Games. Sequel vs. trilogia originale

Ciò che sicuramente spaventa è il calo del ritmo, che potrebbe essere provocato dal prolungarsi di una storia raccontata in film che sono tra loro concatenati e non hanno un loro perchè se visti singolarmente, insomma senza un loro inizio ed una fine. E’ una cosa che si è verificata nell’adattamento della trilogia originale, dove, nella divisione in due parti de Il Canto della Rivolta, una parte non esiste senza l’altra. Un altro punto a sfavore per la saga, ed è sicuramente una cosa che si cercherà di evitare qualora l’idea di un prequel e un sequel venga messa in opera.

52111_ppl

Share.

About Author

Studentessa di comunicazione, ho una grande passione per il Cinema e le Serie Tv. Canto sin da quando ero bambina e questo ha fatto della Musica il punto cardine della mia vita.

Leave A Reply