Cori Amenta – ha presentato  le sue collezioni per la stagione A/I 16- 17 in via Montenapoleone Milano, durante la fashion week
Tratto da “La favola mia” ZEROLANDIA – Renato Zero – 1978 Senza perdere di vista le basi sulle quali è incentrato il brand Cori Amenta (mistero, illusione, ambiguità e opulenza) la designer ha deciso di evidenziare la “MASCHERA”, il suo significato ed il suo uso negli anni.
La ricerca stilistica per la collezione fall/winter 2016/17 ha fatto si che maschere kabuki, maschere da combattimento e trucchi di scena diventassero, influenti e decisivi, dettagli delle nuove calzature Coriamenta.

La palette colori, che ricorda volutamente una trousse di make-up, spazia tra le tonalità prettamente invernali, arricchita da nuance fané.

I materiali che faranno da cornice al design del progetto per la nuova stagione saranno nappa, velluto, pony damascati, pelli metallizzate adornati da sfere metalliche.

La collezione presenta diverse tipologie di calzata e diverse altezze di tacco, in modo da soddisfare le esigenze di ogni donna, tacchi da 70 mm al 120 mm da poter garantire una slanciata comodità.
Tra i modelli disponibili troviamo slip-on, tronchetti, decolletes, boots e sandali gioiello per la sera.  Cori Amenta

La designer

Cori Amenta

Cori Amenta

consegue il titolo di studio in fashion design presso l’istituto marangoni di Milano. Il suo gusto e la sua creatività, uniti a una forte determinazione, la portano a guadagnarsi uno spazio di rilievo, prima come stylist poi come “icona” nel fashion system. Nel 2012 lavora alla sua prima collezione di calzature “Coriamenta”.

Il Brand

“Per diversi anni sono stata a contatto con le celebrities: donne splendide, spesso top model, spesso in difficoltà nell’adattare delle scarpe troppo piccole per i loro piedi.
Vorrei dare alle donne con un piede dal 39 in su ciò che le altre donne trovano facilmente: delle scarpe belle, seducenti, stilose “ racconta la designer “scarpe che piacciano e che ci faccia piacere indossare e non occultare per un senso di timore dato dalle dimensioni importanti del nostro piede”.

Sono dunque un’ accesa passione per la seduzione, l’eleganza e la femminilità i punti cardine da cui prende il via la sua collezione. principi rafforzati dall’esigenza di realizzare un prodotto rivolto a quelle donne che una lacuna del mercato ha trascurato fino a oggi.
“Perché accontentarsi di scarpe modeste, semplici se non addirittura dozzinali?” Sostiene la designer, facendo un feedback sulla difficoltà di reperire nei negozi calzature dal numero 39 in su che siano curate nei dettagli e femminili al contempo nella progettazione della collezione i piccoli accorgimenti di un occhio esperto hanno creato forme ideali per snellire la silhouette del piede. Un intelligente gioco di proporzioni e un’attenta modellatura di genuina pelle hanno eliminato il superfluo e donato al piede grazia ed eleganza .

Share.

About Author

Il nostro team è composto da professionisti del mondo della comunicazione e dell'informazione che lavorano insieme ogni giorno per trovare notizie, approfondimenti e novità sempre aggiornate e interessanti.

Leave A Reply