Arisa Guardando il Cielo il titolo della canzone presentata ieri sera sul palco dell’Ariston. Nonostante sia fuori da meno di ventiquattro ore è già una delle più accreditate alla vittoria.

Arisa Guardando il Cielo: ecco il titolo della nuova canzone dell’artista al Festival di SanRemo. La cantante genovese è passata dalla conduzione dello scorso anno, ad una performance canora degna del palco che calcava. Nonostante i numerosissimi commenti sul suo look, ci limitiamo ad analizzare la sua prestazione canora: il pubblico si è detto molto soddisfatto della sua performance e del testo della sua nuova canzone; il suo singolo fa parte dell’omonimo album che uscirà a breve nei negozi e nei digital store. Come ammesso dalla stessa cantante, questo single e questo album sono “di fiducia”, fiducia nei confronti del popolo: un popolo consapevole che sappia rendersi conto di ciò che ha intorno e possa curarlo e preservarlo.

arisa guardando il cielo 1Potrebbe interessarti anche: Lorenzo Fragola e la sua “Infinite Volte” | Testo

Arisa Guardando il cielo | TESTO

Ecco il testo di Guardando il cielo

Se tu mi chiedi cosa faccio in questa vita amico mio
La sola cosa che so dirti è non lo so nemmeno io
Viviamo tempi troppo austeri
Siamo animali di città
Eppure sai che ogni notte prima di dormire io
Che ho preso tutto da mia nonna faccio una preghiera a Dio
Potrà sembrarti rituale però a me dà serenità
Con la certezza che ci sia
Una realtà che va al di là di questa comprensione mia
Potrai chiamarla anche magia
Per me adesso si chiama universo
Stringo i pugni e rido ancora che la vita è questa sola
Se un giorno un’altra vita arriverà
Mi sono già promessa di non viverla in città e quindi
Di ogni giorno prendo il buono
Tanto a cosa serve a un uomo
Svegliarsi e dire che oggi non andrà
È troppo presuntuosa la previsione di una verità
Se tu mi chiedi cosa faccio in questa vita amico mio
La sola cosa che so dirti è non lo so nemmeno io
Viviamo tempi troppo austeri in queste stupide città
Ma ho la certezza che ci sia
Una realtà che va al di là di questa comprensione mia
Potrai chiamarla anche utopia
Per me adesso è solo universo
Stringo i pugni e rido ancora
Che la vita è questa sola
Se un giorno un’altra vita arriverà
Mi sono già promessa di non viverla in città
Di ogni giorno prendo il buono
Tanto a cosa serve a un uomo
Svegliarsi e dire che oggi non andrà
È troppo presuntuosa la previsione di una verità
Di una verità
Di una verità
Di una verità

Arisa Guardando il Cielo | VIDEO

Ecco il video ufficiale:

Share.

About Author

Studente di comunicazione e aspirante giornalista. Scrive con passione nella speranza di realizzare il suo sogno: diventare un importante cronista sportivo

Leave A Reply