Uno spiacevole episodio ha segnato la ventiquattresima edizione della Partita del cuore, storico evento calcistico a fondo benefico. Protagonisti in campo il rapper Moreno ed il Pallone d’oro 2003 Pavel Nedved. Il fischio finale non è servito a placare gli animi; il post gara è infatti caratterizzato da un post polemico del cantante Eros Ramazzotti rivolto (forse ?) al collega Luca Barbarossa

Nella serata di martedì 2 giugno 2015, nella cornice dello Juventus Stadium a Torino e in diretta sugli schermi di Rai 1, è andata in scena la ventiquattresima edizione della PARTITA DEL CUORE, storico appuntamento calcistico a fondo benefico. Ad affrontarsi erano chiamate la Nazionale cantanti e la Rappresentativa dei Campioni per la ricerca in campo per sostenere l’attività di Telethon e della Fondazione piemontese ricerca sul cancro. A presenziare alla Partita del cuore 2015 moltissime star artistiche e sportive del panorama italiano. La gara è terminata in un pareggio: 4 a 4, con rete tra l’altro di Alessandro Del Piero, storico capitano juventino tornato per l’occasione a calcare il terreno di gioco dello Stadium che nel 2012 fu teatro del suo addio al calcio italiano.

Partita del cuore 2015

Partita del cuore: lo spiacevole episodio

Già nel 2014 l’appuntamento con la Partita del cuore fu al centro di polemiche per via della partecipazione, prima annunciata poi non andata in porto, del Primo Ministro italiano Matteo Renzi (si era in clima pre-elettorale). La vigilia del 2015 è stata incline al clima che dovrebbe accompagnare un evento di questo tipo, importante si ma con zero pathos agonistico, almeno non per tutti. Durante il match infatti il rapper Moreno Donadoni (che mai si nega a mostrare la propria supponenza) ha beffato Pavel Nedved, ex stella della Juventus, con un tunnel (far passare la palla tra le gambe dell’avversario) provocando la successiva reazione di quest’ultimo. Il Pallone d’oro 2003 si è infatti vendicato del vincitore di Amici 2013 con un’entrata dura che ha costretto l’arbitro Rosetti ad intervenire per portar la calma sul terreno di gioco. Parallelamente all’episodio è scaturito un’altra diatriba che ha visto protagonisti i cantanti Eros Ramazzotti e Luca Barbarossa; vicenda che non ha ancora visto la parola fine come dimostra il post pubblicato da Ramazzotti nella giornata successiva alla Partita del cuore, se così si può ancora definire.

“Quando una persona in un campo di calcio in una partita benefica ti dice: “Se mi ritocchi ti ammazzo qui davanti a tutti”, tu che fai? Prendi e te ne vai. Io non ho fatto altro che andare di fronte a lui dicendogli di uccidermi, né più e né meno. Io sono buono ma le ingiustizie e le minacce non le accetto. La sua reazione poteva e doveva essere molto più pacata e intelligente. Comunque la vita va avanti, ringrazio tutti quelli che ogni giorno fanno qualcosa per qualcuno che ne ha bisogno, senza fare i fenomeni e i giocolieri saltimbanchi, prendendo per il c*lo gli altri, ma impegnandosi veramente con il cuore”.

ramazzotti instagram

Share.

About Author

Nato in provincia di Milano, a Giussano, ormai 24 anni fa, risiedo in Meda. Universitario, ormai datato, mi piacciono i fatti. voglio conoscerli e poi raccontarli, per questo sento la passione per il giornalismo.

Leave A Reply