L’Accompagno di papa’ recensione – Esordisce al teatro Martinitt

Roberto Marafante è il regista de L’Accompagno di paparecensione: una commedia dolce-amara, una breve ripresa della mentalità italiana, nei suoi pregi, ma soprattutto nei suoi difetti. La scorciatoia, la corruzione, la “furbata” sono le indicazioni che trovano i tre protagonisti: Lucia [Alessandra Bellini], il fratello Gino [Gianluca Cortesi] e il Dr. Mario Magnesio [Teo Bellia] al bivio della loro vita.  accompagno di papa' recensione

Lucia è da mesi ormai che sta usando tutte le sue “doti” artistiche per convincere ed ammaliare il Dr. Magnesio a firmare le carte per concedere l’assegno di accompagnamento al padre anche senza visitarlo, approfittando del momento di crisi che il dottore vive con la sua famiglia, molto stressante. Tutto accade sotto gli occhi del fratello Gino, appena rientrato da Berlino senza un soldo, forse un po’ troppo curioso per i gusti della sorella. Coinvolti tutti e tre in uno scandalo senza scrupoli – escamotage forse già un po’ visto, ma comunque simpatico – decideranno di essere complici.

La commedia è brillante, vivace e divertente, la risata è assicurata anche se un po’ amara. Le interpretazioni sono convincenti. Ci pare che la produzione creativa italiana si sia ormai concentrata unicamente nel raccontare un’Italia corrotta, consapevole e pigra. Il tutto in perfetta contrapposizione con qualità della sceneggiatura, della capacità degli attori e delle professioni artistiche: una qualità eccellente nel dire che l’Italia sta toccando il fondo. 

Share.

About Author

La mia passione per la scrittura mi porta oggi ad essere all'interno del team di TabletTV. L'arte, la cultura e lo spettacolo hanno guidato le mie scelte fino ad oggi e questo sarà il mio futuro.

Leave A Reply