Fuoco Amico terzo episodio | Trama

Ieri sera su Canale 5 è andato in onda Fuoco Amico terzo episodio, fiction che vede Raoul Bova e Megan Montaner nei panni dei protagonisti.

Roma. Minacciato da Gemini e Samira, Enea De Santis è costretto a lasciarli fuggire, prima catturano il capitano e ciò che resta della TF45. Nicola l’hacker [Federico Tolardo] riesce a rintracciarli e a liberarli prima che le forze dell’AMIS arrivino, Nicola conduce la TF45 nel suo quartier generale, un luogo irrintracciabile. Qui Visentin inizia a perdere le staffe, la gente li considera dei traditori e dei terroristi, Giovanna Landini è d’accordo “Gemini è fuggito ormai, ci conviene consegnarci”. Il capitano De Santis ormai non può fidarsi più di nessuno, deve capire cosa tutti vogliono mettere a tacere e perché. fuoco amico terzo episodio

Nel frattempo Gemini e Samira, aiutati da un terzo devono far credere di aver lasciato l’Italia. Sembrerebbe che abbiano sfruttato la TF45 per uscire dall’Afghanistan.

La storia si complica per Francesco Rebecchi: Giulia De Santis ha scoperto la verità su di lui e, nonostante lui le dichiari il suo amore sincero e che ora la sta proteggendo, Giulia non si fida e scappa in un centro di accoglienza.

Nicola riesce a trovare i file che contengono i dati dei medici coinvolti nella strage di Farah: il gruppo Nexus usava la povera gente afghana per compiere dei test illegali di vaccini. I medici coinvolti sono stranamente oggi tutti morti o scomparsi, tranne uno: Guido Agliardi [Paolo Giovannucci]. De Santis e Frezzo vanno a casa sua. I due soldati trovano l’uomo morente e confessa la realtà sul vaccino che ammalava le persone anziché guarirle, Agliardi dà loro una cartella contenente tutti i protocolli delle operazioni, in realtà non serviranno a niente: tutte le persone coinvolte sono morte, tutto era gestito economicamente da conti esteri anonimi. Nel frattempo anche Gemini e Samira giungono alla casa di Agliardi, decisi a concludere la loro vendetta. Samira non riesce a sostenere la cosa, uscendo di casa vede Enea fuggire e lo rincorre, quando sono soli Samira raccomanda a Enea di non scavare oltre la faccenda.

Nicola riesce a scoprire un’altra persona coinvolta, colui che era responsabile dell’operazione di Farah e anche in altre due stragi: il Colonnello Moretti [Claudio Masin]. La TF45 si reca nel luogo in cui si trova, qui tutti gli inservienti sono imbavagliati nello spogliatoio e l’uomo è trovato in procinto di un infarto, l’unica parola che riesce a pronunciare in merito a Farah è “Cagliostro“, l’agente che è responsabile degli insabbiamenti delle operazioni segrete.

Visentin decide di abbandonare la TF45 e Giovanna, ma viene rintracciato e catturato dall’AMIS, qui viene sedato e interrogato da Emma Borghi, l’unica cosa che il soldato dice è «Cagliostro».

fuoco amico terzo episodioFuoco Amico terzo episodio – Chi è Cagliostro?

Dorrico [Luca Lionello] è al corrente dei progressi delle ricerche della TF45, parla con Annibale Testa: “Cagliostro è una copertura, facciamo in modo che Enea De Santis non scopra mai la sua vera identita“. Solo Guidi conosce quest’uomo. Frezzo ed Enea si recano a casa del Generale, ma Testa è arrivato prima di loro e riesce ad incastrare Enea in una stanza blindata assieme al cadavere di Guidi.fuoco amico terzo episodio

Giulia De Santis chiede aiuto a Francesco, anche lei è ricercata dalla legge e ha bisogno di protezione, in quel momento arriva la notizia dell’allarme scattato a casa di Guidi e Francesco accorre. L’AMIS arresta Enea De Santis, che replica “Guardati le spalle Rebecchi e attento a Cagliostro“.

Share.

About Author

La mia passione per la scrittura mi porta oggi ad essere all'interno del team di TabletTV. L'arte, la cultura e lo spettacolo hanno guidato le mie scelte fino ad oggi e questo sarà il mio futuro.

Leave A Reply