David di Donatello 2016 | Miglior film «Perfetti Sconosciuti»

Ieri sera c’è stata l’assegnazione dei David di Donatello 2016, una cerimonia tutta nuova grazie all’impronta Sky che ha rinnovato con un’ottica hollywoodiana una delle più importanti manifestazioni del cinema italiano. Il modello ovviamente era la Notte Degli Oscar, però con una prospettiva all’italiana, a cominciare dal Red Carpet. La conduzione brillante di Alessandro Cattelan e soprattutto gli sketch dei The Jackal, con l’intrusione dei più noti personaggi del cinema, hanno contribuito a rendere lo show fresco e giovane.david di donatello 2016

La più ambita statuetta del David di Donatello 2016 va alla commedia «Perfetti Sconosciuti» di Paolo Genovese che vince il premio come miglior film e miglior sceneggiatura. La trama è molto attuale e riflette su quanto la nostra vita sia ormai racchiusa completamente in uno smartphone: Eva [Kasia Smutniak] durante una cena, invita i suoi ospiti a fare un gioco: lasciare per tutta la sera il telefono sul tavolo e condividere tutto ciò che si riceve. Gioco che porterà le coppie ad essere perfetti sconosciuti. Il regista manifesta un enorme stupore “Faccio commedie, non sono abituato a vincere premi”, soprattutto per la validissima cinquina in cui il film era inserito (tra questa «Fuocoammare» di Gianfranco Rosi).david di donatello 2016

David di Donatello 2016 | Film rivelazione «Lo chiamavano Jeeg Robot»

A sbancare però alla serata di premiazione del David di Donatello 2016 è la straordinaria opera prima del regista esordiente Gabriele Mainetti «Lo chiamavano Jeeg Robot». Il film si è aggiudicato il premio come miglior montaggio, miglior produttore, ma ha anche svettato nelle categorie di Miglior attrice e attore protagonista con Ilenia Pastorelli e Claudio Santamaria, e miglior attrice e attore non protagonista con Antonia Truppo e Luca Marinelli.

David di Donatello 2016 | La miglior regia di Matteo Garrone con «Il racconto dei racconti»

Al David di Donatello 2016 il fantasy «Il racconto dei racconti» di Matteo Garrone si aggiudica il premio come miglior regia e altre 6 statuette tecniche: miglior fotografia; miglior scenografia; migliori effetti digitali; migliori acconciature; miglior trucco; miglior costumi.

Tra le statuette tecniche il premio per il miglior fonico se lo aggiudica «Non essere cattivo» di Cagliari.

Paolo Sorrentino con «Youth – la giovinezza» vince il premio per miglior canzone e miglior colonna sonora del film. david di donatello 2016

Share.

About Author

La mia passione per la scrittura mi porta oggi ad essere all'interno del team di TabletTV. L'arte, la cultura e lo spettacolo hanno guidato le mie scelte fino ad oggi e questo sarà il mio futuro.

Leave A Reply